febbraio 12th, 2016 - Postato da Stefano

Progettare la UX con Personas e Scenari

UX Book Club Brescia Progettare Personas e Scenari Workshop 6 febbraio 2016

Progettare la UX con personas e scenari – Workshop 6 febbraio 2016

Nell’ambito del percorso UX Book Club intrapreso da ET, sabato 6 febbraio Maria Cristina Lavazza ha trattato il tema Progettare la UX con Personas e Scenari.

Il primo argomento preso in esame nella mattinata è stato quello della Design Research, l’attività che studia i comportamenti, gli obiettivi e le esigenze degli utenti. Si è evidenziato come la ricerca nella UX si basi su una strategia che tenga conto dei tempi, delle risorse a disposizione e degli scenari in cui si colloca il progetto. Ci si è posti la domanda: quali sono le tecniche di ricerca?

(altro…)

gennaio 11th, 2016 - Postato da Sergio

Ecommerce: l’Europa lancia la nuova piattaforma per la risoluzione alternativa delle controversie

Hammer of judge and pushcart on gray background

La Commissione lancia nuova piattaforma per la risoluzione alternativa delle controversie tra consumatori e commercianti on-line

Il 9 gennaio scorso, la Commissione europea ha aperto la sua nuova piattaforma per la risoluzione delle controversie online (ODR) agli organi per la risoluzione alternativa delle controversie (ADR). Il 15 febbraio prossimo verrà aperta anche a tutti i consumatori europei.

La piattaforma consentirà a consumatori e professionisti di risolvere le loro controversie on-line con un clic del mouse, sia per gli acquisti nazionali e transfrontalieri, senza la necessità di passare attraverso procedimenti giudiziari lunghi e costosi.
Questo avviene un mese dopo che la Commissione ha proposto moderne regole contrattuali digitale per semplificare e promuovere l’accesso ai contenuti digitali e vendite on-line in tutto il (comunicato stampa), con l’intento anche di rafforzare la fiducia negli acquisti on-line e quindi dare un contributo importante alla strategia dell’UE per un unico Mercato Digitale Europeo.

Quando i consumatori e commercianti presenteranno un reclamo, gli organi di risoluzione delle controversie potranno fungere da arbitro tra le due parti per risolvere il problema. La piattaforma è dunque già attiva per gli organi di risoluzione alternativa delle controversie in modo che possano iscriversi e familiarizzare con la piattaforma prima che sia aperto per l’utilizzo da parte dei consumatori e dei commercianti, il 15 febbraio 2016.

Commercianti on-line saranno obbligati a fornire un collegamento alla piattaforma ODR sui loro siti web.
La nuova norma vuole infatti che i consumatori siano informati di questa possibilità attraverso un link dedicato all’interno di ogni sito di eCommerce.

Maggiori informazioni su ADR e ODR sono disponibili qui e su questo documento PDF.
La piattaforma online sarà accessibile qui dal 15 febbraio.

 

UPDATE:
In base all’articolo 4 del regolamento approvato : “Qualora nel modulo di reclamo elettronico non venga indicato alcun organismo ADR competente, la piattaforma ODR propone alla parte convenuta un elenco indicativo di organismi ADR per facilitare l’individuazione di quello competente. L’elenco è compilato sulla base dei criteri seguenti:  a) l’indirizzo geografico … ; e b) il settore oggetto della controversia.”
L’Italia per ora ha notificato queste corti competenti come organismi ADR, in particolare la Camera Arbitrale della Camera di Commercio di Milano ha allestito il servizio di conciliazione RisolviOnline, servizio indipendente ed istituzionale per raggiungere un accordo soddisfacente, con l’aiuto di un conciliatore neutrale e competente, in un modo amichevole e sicuro, su Internet.

 

Commenta articolo

Pubblicato in: Ecommerce | Tags: |

novembre 4th, 2015 - Postato da Simone

IX Summit Italiano di Architettura dell’informazione: dall’ascolto alla progettazione

summit-ia

Venerdì 23 e sabato 24 ottobre eravamo a Bologna in occasione dell’IX Summit Italiano di Architettura dell’informazione, l’evento dell’anno per studenti, professionisti, aziende e tutti coloro che operano nel campo dell’architettura dell’informazione e dell’user experience design.
Due giornate tra formazione e immaginazione intorno alla parola ascolto, fondamento per la ricerca con le persone.

La giornata di venerdì l’abbiamo dedicata a 2 workshop molto interessanti:

  • “La progettazione funzionale” di Federico Badaloni
  • “Il colore e la UX” tenuto da Riccardo Falcinelli

(altro…)

novembre 3rd, 2015 - Postato da Silvia Svanera

Italian Agile Day 2015

 

iad2015bis

Venerdì 6 e sabato 7 novembre a Brescia si terrà la 12° edizione dell’Italian Agile Day: due giorni di conferenze gratuite e workshop dedicati ai metodi Agili per lo sviluppo e la gestione dei progetti software. L’evento è organizzato dall’Italian Agile Movement. L’associazione, senza scopo di lucro, riunisce professionisti e accademici desiderosi di promuovere la cultura Agile in italia. I metodi agili sono quelli che aderiscono al Manifesto Agile, pubblicato nel 2001.
Il programma si suddivide così: venerdì sarà dedicato ai workshop, mentre sabato ci saranno i talk.
Tra gli ospiti di rilievo, quest’anno vi sarà Sam Newman, che aprirà i talk di sabato. Newman è noto al mondo della programmazione per il suo contributo al trend dei Microservices: all’inizio di quest’anno ha pubblicato il libro Building Microservices.

Tra i media partner dello IAD trovate anche ET. Due persone del nostro team hanno collaborato attivamente nell’organizzazione della conferenza 2015: Simone Bertoloni, designer, ha realizzato il logo mentre Alessandro Colla, developer, è tra gli organizzatori.

I metodi agili si contraddistinguono per l’attenzione al valore di business del software rilasciato.  Questo valore si cerca attraverso 3 elementi:

  • continua conversazione fra gli sviluppatori e le persone di business;
  • rilascio frequente di software funzionante;
  • tecniche di sviluppo che consentono di mantenere il software flessibile e manutenibile.

Un tipico team agile sviluppa feature in maniera incrementale, realizzandole e rilasciandole nell’arco di cicli molto brevi, da una a due settimane. Il software consegnato di solito è supportato da una suite di test automatici che ne controllano la correttezza. Le organizzazioni agili sono in grado di raggiungere una maggiore produttività perché in grado di migliorare la qualità del lavoro e del prodotto.

Le due edizioni precedenti, che si sono svolte a Reggio Emilia e Ancona, hanno riscosso un notevole successo nella formula dei 2 giorni.
L’intento dello IAD rimane quindi quello di offrire più spazio alle sessioni di tipo formativo, per chi si accosta a questi argomenti per la prima volta o per chi vuole affinare le proprie conoscenze. Per i partecipanti è anche una grande opportunità per scambiarsi idee e condividere esperienze: obiettivo dell’evento è la conoscenza pratica, le esperienze sul campo e un attivo coinvolgimento di tutti i partecipanti.

Programma e altre info utili le trovate sul sito ufficiale, ci vediamo allo IAD!

Commenta articolo

Pubblicato in: Living in ET | Tags: |

ottobre 20th, 2015 - Postato da Silvia Svanera

#SMStrategies: Social Media Strategies 2015

Social Media Strategies 2015

Mercoledì 14 e Giovedì 15 ottobre a Bologna si è svolta la terza edizione di Social Media Strategies, un evento lungo 2 giorni dedicato al mondo dei social network. L’evento, organizzato da Gt Idea, è stato occasione di confronto e scambio tra i professionisti del settore.
Gli interventi previsti erano di tre tipi: interventi tecnici, strategici e case studies. Ognuno di questi, per argomenti e profondità, si rivolgeva a pubblici con diversi livelli di preparazione.
Come ET abbiamo seguito tutti gli incontri relativi a Facebook e al Social Advertising, in parte per i diversi progetti che stiamo seguendo, in parte per la voglia di approfondire ulteriormente la nostra conoscenza del “re” dei social network.
Di seguito una breve panoramica degli interventi cui ho assistito.

(altro…)

Posts Precedenti