dicembre 23rd, 2010 - Postato da Micol

8 semplici accorgimenti per rendere più visibili i contenuti del tuo blog

Le tue preziose parole: sai che devono essere scelte attentamente perché attirino l’attenzione del tuo audience di riferimento. Le hai scelte con cura, rilette e corrette ma quando finalmente selezioni il bottone “pubblica” cosa succede? Nessuno le legge.

Nessun commento, nessun tweet, nessuna condivisione su Facebook. Quanto basta insomma per mandare uno scrittore in depressione profonda e cancellare la motivazione che lo porta a produrre ottimi contenuti.

Credi che la soluzione sia passare ore e ore a migliorare le tue capacità di scrittura? Probabilmente no, la soluzione potrebbe essere molto più semplice di quanto si pensi. Scrivere di meno e curare lo stile del testo affinché sia più semplice da leggere: questo può essere tutto ciò che ti serve per attrarre e mantenere l’attenzione dei tuoi lettori.

Cercatori impazienti

Jakob Nielsen ha dimostrato da anni che il 79% degli utenti del web scorre visivamente la pagina anziché leggerla. Pensa a come utilizzi tu il web. Sei in cerca di informazioni. E se non le trovi nella pagina che stai visitando, clicchi da un’altra parte e cerchi altrove.

Internet è un medium partecipativo e bidirezionale mentre la televisione è un medium non partecipativo e unidirezionale.

Cosa puoi fare quindi affinché I tuoi lettori si “dirigano” verso i tuoi contenuti, si soffermino a leggerli e interagiscano con te?

Rendili d’effetto

Per scrivere con successo nel mondo del web dovrai dimenticare buona parte di ciò che ti è stato insegnato a scuola nelle ore dedicate al tema in classe.

Parti dal fatto che i lettori scorrono il testo, non lo leggono.

Se desideri affrontare un argomento complesso, suddividilo in una serie di post. È un ottimo modo per far si che le persone ritornino per saperne di più; inoltre ogni concetto complesso è più facilmente assimilabile a piccole dosi.

Struttura i tuoi paragrafi secondo la regola della piramide rovesciata. Ciò significa attaccare con le tue conclusioni per poi supportarle con le frasi che seguiranno.  Questo aiuta il lettore a spostarsi velocemente nella pagina e a decidere dove vuole approfondire il discorso.        

Una volta fatto questo, utilizza queste semplici tecniche di design per rendere i tuoi contenuti più “reader-friendly”. Bastano un paio di minuti per trasformare un post da un ammasso di testo grigio a qualcosa di accattivante per l’occhio del lettore.

1. Vai a capo

Esiste qualche semplice trucco per rendere più “leggibili” i tuoi contenuti. Anche I contenuti più complessi possono diventare più fruibili con la semplice introduzione dello spazio bianco. Approfondisci un’idea per paragrafo, senza dilungarti troppo (3 o 4 frasi al massimo).

E prova a scrivere alcuni paragrafi di una sola riga.

2. Spezza i tuoi contenuti con sottotitoli accattivanti

Può essere utile cominciare proprio scrivendo i titoli e i sottotitoli per i propri post. Un titolo forte e un attacco avvincente sono vitali per attirare l’attenzione dei lettori.

I sottotitoli invece tengono il lettore occupato, funzionando come piccoli titoli che sintetizzano e anticipano i contenuti, agevolando la scansione della pagina. L’importante è che i sottotitoli siano interessanti, informativi, ma soprattutto realistici. Se non lo saranno, rischierete di perdere la vostra credibilità.

Una volta scritti tutti i sottotitoli, rileggili uno dopo l’altro per vedere che tipo di comprensione avrebbe un lettore leggendo solo quelli. C’è una storia interessante? È chiaro il contenuto della pagina?

3. Usa le liste puntate

  • Creano curiosità, i tuoi lettori non resisteranno
  • Sono un modo facilmente individuabile per presentare numerosi concetti
  • Hanno un aspetto diverso dal resto del testo, quindi spezzano la monotonia visuale della pagina


4. Aggiungi didascalie alle immagini.

Gli studi hanno dimostrato che le didascalie che accompagnano le immagini sono molto lette. Associa un’immagine forte ad una didascalia accattivante: dovrebbe essere sufficiente per attirare lettori.

5. Inserisci link estremamente rilevanti

I link interni mantengono le persone all’interno del tuo sito.
I link esterni dimostrano che hai fatto delle ricerche e vuoi dare la parola ad altri esperti.

I buoni contenuti prevedono l’uso di entrambi per espandere le conoscenze del tuo lettore e per aggiungere valore ai tuoi contenuti.

6. Formatta il testo strategicamente

Aggiungi enfasi al tuo contenuto, grassettando concetti importanti. Il tuo lettore sarà in grado di carpire al volo le informazioni più importanti.

Non grassettate tutto (avrebbe lo stesso effetto che non grassettare nulla). Grassetta invece i punti chiave per permettere di individuarli a colpo d’occhio.

7. Sfrutta la potenza dei numeri

I numeri sono un modo incredibilmente efficace sia per catturare l’attenzione che per comunicare nozioni importanti al lettore con chiarezza. Spesso si può rendere un post più interessante semplicemente numerandone i punti principali. Provare per credere.

 8. Verifica entrambi i percorsi di lettura 

Una volta che hai usato i sottotitoli, i numeri, gli elenchi puntati e altri elementi di formattazione per evidenziare i concetti chiave del tuo post, rileggilo; poi rileggilo guardando solo il testo verso cui hai cercato di richiamare l’attenzione.

E tu? Quali tecniche usi di solito per fare in modo che le persone leggano i tuoi post? Parliamone un po’ nei commenti.

Fonte: Copyblogger.com

Pubblicato in: Web Marketing | Tags: , |

Wave 5 – the Socialisation of Brands – Universal McCann Shinynote – il social network delle storie

3 Comments Inserisci Commento Trackback this post | Sottiscrivi i Commenti tramite RSS Feed

  1. Dario Pagnoni  |  gennaio 5th, 2011

    Concordo pienamente con tutti gli accorgimenti suggeriti.

    Gran parte erano già inclusi nel libro “New Journalism: teorie e tecniche del giornalismo multimediale” di Marco Pratellesi, che ho avuto la fortuna di studiare nel mio percorso di laurea e che consiglio a tutti gli interessati al tema.
    Il resto lo si impara per esperienza e con un po’ di buon senso…

    Bel post!

  2. Micol  |  gennaio 25th, 2011

    Grazie!
    Concordo pienamente: “Il resto lo si impara per esperienza e con un po’ di buon senso…”

  3. Alberto Andreozzi  |  maggio 5th, 2014

    Condivido.Ma comunque per me cio’che conta oltre il titolo e’iniziare la prima riga in modo accattivante.

Lascia un Commento

Obbligatorio Obbliatorio, non visibile

Trackback this post